Huawei MateBook 13 è piccolo ed elegante | Anteprima

07 Gennaio 2019 90

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Huawei ha portato al CES 2019 MateBook 13, il portatile che era stato presentato in Cina a novembre. Una buona occasione per iniziare a toccarlo con mano e per conoscere più nel dettaglio il prospetto delle caratteristiche tecniche e le configurazioni disponibili. Si tratta di un'ulteriore aggiunta alla gamma di portatili del produttore cinese che, nel corso del 2018, si è strutturata con MateBook X Pro e MateBook D. E' un notebook ultra sottile equipaggiato con display da 13" (risoluzione 2160 x 1440 pixel e aspect ratio 3:2) e processori Whiskey Lake.

Le cornici dello schermo da 4,4 mm permettono di raggiungere un rapporto schermo scocca pari all'88% che è buono, anche se non al vertice della categoria - si veda, per restare in tema di CES, la recente proposta di ASUS. Due le configurazioni previste: la prima con CPU Intel Core i5 8265U, scheda video integrata UHD 620 e colorazione Mystic Silver, la seconda con Intel Core i7 8565U, scheda video dedicata GeForce MX150 (con 2GB di RAM GDDR5 e 25 Watt di TDP) e colorazione Space Gray. Per entrambe la sono previsti 8GB di RAM LPDDR4.

I componenti sono alloggiati in una scocca unibody in metallo che, nonostante le dimensioni contenute (21,1 x 28,6 x 1,49 cm), permette di ospitare una tastiera full size, molto comoda da utilizzare. I tasti sono ampi e la corsa è di 1,2 mm. Poco sotto si trova un touchpad, stretto e lungo, mentre nell'angolo superiore destro il pulsante di accensione con lettore di impronte digitali integrato. A tenere a bada i ''bollenti spiriti'' di CPU e GPU interviene il sistema di raffreddamento Shark Fin Design 2.0 a doppia ventola: può raggiungere le 8.000 rotazioni al minuto, ma anche ridurle in automatico durante la riproduzione di video e audio. .

Il parco connessioni è abbastanza limitato: sono presenti 2 USB-C (entrambe supportano il trasferimento dei dati, quella di sinistra la ricarica, quella destra il collegamento a display esterni) e un jack audio da 3,5 mm. Le connessioni wireless comprendono l'interfaccia WiFi a/b/g/n/ac e il Bluetooth 5.0. Chiudono il quadro la webcam da 1MP collocata nella cornice superiore, in una posizione più canonica rispetto a quella del MateBook X Pro (tasto a scomparsa della tastiera), e la batteria da 41,7 Wh che permette di raggiungere sino a 10 ore di autonomia durante la riproduzione video FHD, 8,6 ore con applicazioni di produttività e 7,2 ore di navigazione internet. La batteria supporta la modalità di ricarica rapida: bastano 15 minuti di carica per assicurare circa 2,5 ore di autonomia.

SPECIFICHE TECNICHE
  • DISPLAY
    • 13" con risoluzione 2160 x 1440 pixel, 200 PPI, aspect ratio 3:2
    • Rapporto schermo scocca 88%
    • Angolo di visione di 178 gradi
    • Copertura al 100% dello spazio colore sRGB
    • Rapporto di contrasto 1000:1
    • Luminosità massima 300 nits
    • Touch Screen
  • CONFIGURAZIONI (CPU, GPU, STORAGE):
    • Intel Core i5-8265U con GPU integrata Intel UHD 620, SSD da 256GB PCie NVMe
    • Intel Core i7-8565U con GPU dedicata NVIDIA GeForce MX150 con 2GB di memoria GDDR5, SSD da 512GB PCIe NVMe
  • MEMORIA:
    • 8GB LPDDR4 2133 MHz
  • PULSANTI E PORTE:
    • Tasto di accensione One touch con lettore di impronte integrato
    • 2 USB-C (quella sinistra supporta il trasferimento dei dati e la ricarica, quella destra il trasferimento dei dati e DisplayPort)
    • Jack audio da 3,5 mm (connettore 2-in-1 per cuffie e microfono)
  • CONNETTIVITA':
    • Interfaccia WiFi 802.11 a/b/g/n/ac, 2,4/5GHz, 2x2 MIMO
    • Bluetooth 5.0
  • FOTOCAMERA
    • Frontale da 1MP
  • AUDIO:
    • DOLBY ATMOS
  • TASTIERA:
    • Full size, corsa dei tasti da 1,2 mm, retroilluminata
  • BATTERIA:
    • 41,7 Wh
    • Sino a 9,6 ore in riproduzione in locale di video FHD (con GPU dedicata)
    • Sino a 10 ore in riproduzione in locale di video FHD (con GPU integrata)
    • Alimentatore da 65W
  • DIMENSIONI E PESO
    • 21,1 x 28,6 x 1,49 cm
    • 1,28 kg con GPU integrata
    • 1,2 kg con GPU dedicata
  • COLORI
    • Mystic Silver (modello i5), Space Gray (modello i7)
PREZZO E DISPONIBILITA'

I prezzi comunicati per il mercato statunitense sono pari a 1.299 dollari per la variante più accessoriata (i7 con NVIDIA MX 150) mentre quella con CPU i5 e grafica integrata viene proposta a 999 dollari. La distribuzione prenderà il via negli States il 29 gennaio tramite Amazon e Newegg per poi essere portata avanti da altri rivenditori a febbraio.

Si resta in attesa di informazioni più dettagliate sulla disponibilità prevista per il mercato italiano.

VIDEO

Tre fotocamere per il massimo divertimento e un hardware eccellente? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Clicksmart a 629 euro oppure da ePrice a 798 euro.

90

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Frà

guarda, io nel 2011 compra un HP envy (uno de primi ultrabook). I5, autonomia 8 ore, spessore inferiore ai 2cm e 1.8kg.

Per meno di 800€..non abbiamo fatto grossi progressi in questi anni..ultrabook costosissimi e con poca autonomia

BMW 1000 RR 207cv Emozione

ne dubito, 9 anni sono un Era

TLC 2.0

599

jose manu

A quanto?

Ivo.T

Ma una versione Ryzen? Sul matebook D vanno benissimo!!

Repox Ray

Appunto :-D

Account Anniversario

se fa uso professionale come te spari putt@nate siamo messi bene...

Account Anniversario

piuttosto, meglio il chuwi...

Account Anniversario

non che gli apple siano tanto migliori eh... LOL

Account Anniversario

la nuova ferrari HH è il successore di HG, ne FF ne GG, ma sinceramente non ci vedo grosse differenze con il predecessore, se non il prezzo di partenza, piu basso. E continua a pesare piu dell' Ariel Atom. A questo punto meglio la Duna.
Cit.

Account Anniversario

se le ventole fossero andate oltre 9000 lo avrei anche comprato...
LOL

Aster

Più c'e ne meglio e,ma penso che e piu indispensabile un ssd per 80 per cento dei professionisti.

DefinitelyNotBruceWayne

Mai detto che ci vogliano 16 GB di RAM per essere un professionista, solo che ci vogliono per un uso professionale della macchina. Inutile triggerarsi tanto, anche perché penso che pure a te converrebbe avere qualche GB di RAM in più quando si parla di dispositivi che hanno certi costi.

Aster

Non girare la frittata,capita a tutti di dire idiozie per la fretta di commentare per forza.Non ho detto quello,anzi quei tipi di professionisti ne vedo e frequento un centianio al giorno,ma che ti piaccia o no si un medico che apre un pdf e ti salva la vita è un professionista.

DefinitelyNotBruceWayne

Va bene capo. Bisogna avere 4 GB di RAM per essere professionisti e leggere dei PDF. Per forza di cose perché a quanto pare un programmatore, un sistemista, un videomaker, un grafico o un ricercatore non saranno mai professionisti veri.

Aster

Esatto il tuo mondo professionale si ferma a giocarecon Java e AndroidStudio,quando inizi a lavorare sul serio capirai che professionale è un mondo immenso

DefinitelyNotBruceWayne

Se non riuscite a trovare una workstation sotto i 2500 euro vi rivolgete a fornitori sbagliati o non avete personale in grado di trattare, non so che dirti. Allo stesso tempo solo perché non sei uno sviluppatore non vuol dire che devi usare un Thinkpad con 4 GB di RAM.

Aster

no dipende dal lavoro lo dico io,tu hai detto non professionale e 8gb di ram no!Mi dispiace ma non hai idea di cosa si parla,nessuna azienda compra su sito della dell o altro.i nostri preventivi in pdf non sono mai sotto i 2500 euro per una workstation decente.Il professionista e un medico,avvocato o un semplice programatore pcl o il tecnico manutentore di una banca o quello che gestisce milioni di euro e lavoro con un semplice thinkpad t470 con 4gb ram

DefinitelyNotBruceWayne

Ripeto che dipende dal lavoro che fai e dall'azienda per cui lavori, ma in ambito sviluppo SW o anche semplice lavoro d'ufficio legato al mondo della progettazione o della ricerca 8 GB sono pochini. Io per esempio creavo dei report e pulivo dei dati, lavoro da stagista, ma lavoravo con file CSV di numerosi GB.
Una macchina Dell Latitude da 16 GB di RAM parte da 1250 euro sul sito di Dell, la serie Inspiron sta sotto i 1000. Sono i prezzi di listino e valgono se sei un signor nessuno: trattando con il reparto commerciale e avendo acquistato anche dei server e delle soluzioni per lo storage ai tempi avevamo pagato ogni macchina sui 700 euro per un ordine di 40 macchine, quindi un ordine piccolino tutto sommato.
Poi ovvio che se vuoi Xeon e Quadro i prezzi salgono, ma anche in quel caso tra Lenovo, Toshiba o roba come la serie ZBook di HP si trova qualcosa di decente anche sotto i 2000 euro (prezzo di listino).

DefinitelyNotBruceWayne

Eh ti credo, ma ha già trovato strumenti con cui mi trovo bene che sono attivamente sviluppati e seguiti dalla community quindi ci penso due volte prima di cambiare. Ne terrò conto in futuro comunque ;) .

Davide

è proprio una questione di banda invece. A lavoro avrete sicuramente la fibra quindi faresti streaming alla qualità massima. Immaginati di essere tu ed altre persone in videoconferenza tutti assieme e già vi portate via una grossa fetta della capacità di rete. Potresti risolvere con i profili limitati a X Mb/s ma la volta che te ne servono di più ti attacchi al tram. Sarebbe uno sbattimento per gli amministratori di rete.

Bauscia

Non c'entra nulla la banda, le app regolano la qualità del video in base alla banda a disposizione e comunque non è solo un fattore di risoluzione ma proprio di qualità dell'immagine.
Per lavoro ho un HP che ha una webcam da fare schifo ed è un prodotto pensato per il business! Dovrebbe avere una webcam di altissima qualità invece si vedono le persone in acquerello!

Bauscia

scommetto che aveva lo stesso peso, lo stesso form factor, lo stesso spessore, la stessa autonomia e sopratutto che scaldava uguale ma soprattutto scommetto che era un quadcore da 15w!

Ci scommetto!

Aster

Ma in che mondo vivi !?Quale segreteria?! Io capisco che qui tutti siete designer della ducati o progettate treni da Hitachi ma da che mondo e mondo tutti i portatili aziendali in amministrazione e non hanno 4-8 gb di ram.Secondo me non hai ordinato niente workstation perché da almeno 4 anni quelli che ordina e usa la mia fidanzata e altri nelle aziende partono da 3000€ (dell,hp,lenovo)Forse la tua azienda ha un broker speciale

TLC 2.0

prova da Unieuro..io il mio con Ryzen e Vega l'ho comprato il 30 dicembre

Dea1993

non è questione di essere pro o meno, questo non dipende mica dall'editor :)
inizialmente anche io mi ci trovavo male, quando mi sono sforzato ad usarlo devo dire che ho iniziato ad amarlo... la prima settimana è dolorosa, ma quando ci prendi mano e lo configuri a dovere, diventa davvero ottimo, veloce, e versatile.

Gabriele

Una domanda...che fine ha fatto il Matebook D?? Non si trova più da nessuna parte

Tiwi

non male

DefinitelyNotBruceWayne

Questione di abitudine. So di sembrare meno "pro", ma tra Vim ed Emacs non mi ci trovo.

Dea1993

vim non ti complica la vita e non ti allunga i tempi, una cima imparato ad usare bene non vorrai più vedere un IDE...
vs code così come anche atom li ho provati ma li ritengo inferiori a vim, oltre ad essere decisamente pesanti per essere degli editor avanzati (neanche dei veri IDE) in passato ho usato net beans Android studio ed eclipse, be non li rimpiango affatto.
vim non è neanche troppo minimale... è altamente perdonalizzabile e ci sono plugin per fare di tutto.
oltretutto usare bene vim vuol dire anche trovarsi bene ad usare il server in produzione tramite ssh dove non hai la gui

Roberto Coe

È il successore del Matebook X, né Pro né D, ma sinceramente non ci vedo grosse differenze col predecessore, se non il prezzo di partenza, più basso. E continua a pesare più dell'Acer Swift 5. A questo punto meglio l'Air.

efremis

Carini, copie dei Mac ma fatti bene.

DefinitelyNotBruceWayne

Ci sta, ma io ho definito fin da subito cosa intendo per professionale.
Che poi anche per il semplice lavoro d'ufficio se hai dei fogli Excel con delle macro, qualche PDF e qualche tab di Chrome fai presto ad averli quasi tutti occupati 8 GB di RAM.

Joel

Stavo solo facendo capire all’utente che l’estremismo per cui 8 GB non vadano bene per un uso professionale è una sciocchezza

DefinitelyNotBruceWayne

Non è una gara, era per dire che l'esempio che hai fatto non è esatto. Gli Acer da dare alla segretaria forse avevano effettivamente 4 GB di RAM, ma una qualsiasi workstation seria da 1000+ euro ne aveva già 16 (lo ricordo perché l'ordine a Dell l'avevo fatto io).

1984

non sarebbe enanche male se costasse 200$ in meno e montasse 16gb di RAM, a quel prezzo dovevan almeno mettere una GPU decente.

Avalon

i5 8265 è tanto superiore a i5 8250? ho visto su amazon che lo spectre 13 ultimo modello monta 8265 e ha ddr4, molto meglio rispetto al suo predecessore?

Cappello magico

Boh... portatile che a quel prezzo non merita il minimo di attenzione...
Nel 2010 comprai un portatile della Asus a 900/1000€ e ancora tutt'oggi non ha nulla da invidiare a nessun portatile:
Schermo FHD opaco che ancora in pochi montano, i7, 8GB di RAM, HDD da 1TB (sostituito con SSD Samsung che lo ha fatto rinascere) e scheda video Nvidia Geforce 660...
Ripeto... 2010, 9 anni fa.

Stefano

Si, infatti. Arrivato a quel punto dell'articolo il portatile non mi interessa più. Passo ad altro.

Desmond Hume

fare anche una versione intermedia con i5-8265U e GPU Dedicata ci faceva schifo.

Aster

Io 15 anni fa ho vinto,quindi visto che c'è l'ho più lungo ti ripeto che 80 % dei portatili aziendali hanno 4gb di ram

DefinitelyNotBruceWayne

Ho provato a tirare su una macchina con lo stack Elastic con 8 GB di RAM ed è andata in kernel panic dopo un paio di orette per la mancanza di RAM. Non vedevo un kernel panic su Linux da ... beh ... da mai praticamente.

DefinitelyNotBruceWayne

Dipende dall'azienda e dai PC aziendali. 5 anni fa avevo in dotazione una macchina Dell aziendale con 32 GB di RAM e la usavo solo per due script Python in croce, un po' di R e tanto Excel.

DefinitelyNotBruceWayne

Al momento il mio notebook ha un i7 4710HQ, 16GB di RAM e GTX 850m. Il tutto accompagnato da 3 KG di peso e 1 ora di autonomia. Penso che nei benchmark stia parecchio indietro rispetto ad ultrabook come questo Huawei quindi alla fine non ho bisogno di HW particolare tutto sommato.

DefinitelyNotBruceWayne

In realtà le mie esigenze, almeno per lavoro, sono abbastanza base perché faccio tutto in remoto e ho a disposizione il private cloud aziendale per crearmi tutte le VM che voglio nel caso in cui avessi bisogno di potenza. Però da studente, anche solo per poter sperimentare con OpenStack o altre soluzioni per la virtualizzazione, 16 GB di RAM sono "giusti giusti" per quello che devo fare. Mi è già capitato di tirare su un cluster virtuale sul mio PC solo per capire come installare e configurare i vari nodi.
Io uso Fedora/CentOS con i3 e ti darei pure ragione per lo sviluppo SW, posso "complicarmi" la vita e usare Vim o Emacs o una roba come come VS Code, ma il minimalismo solitamente lo mando a farsi benedire se ciò mi permette di accorciare i tempi e lavorare con meno fatica e più slancio.

DefinitelyNotBruceWayne

Nel 1969 siamo arrivati sulla luna con molto meno. Dobbiamo dunque schifare tutto ciò che va oltre i 4 GB di RAM?

Edoardo Motta

Beh, questo sarebbe facilmente risolvibile abbassando la risoluzione di streaming.

loresan

Sopra i mille euro 16GB di ram dovrebbero essere lo standard.

Dea1993

android non è esoso, l'ho visto girare decentemente (android 7) su smartphone con 1gb di ram.
il punto è che quando hai in background svariate applicazioni che ti consumano dai 50 ai 100MB di ram l'una, queste si fanno sentire anche se non sei tu ad aprirle.
per dire gia anche solo l'app google occupa tra i 300 e i 400MB di ram anche se la tieni in background (per lo meno da me che ho sia i feed google, che il widget di ricerca (anche se non lo uso) e assistant attivo.
il sistema base android mi occupa circa 800MB a sistema appena avviato, per arrivare a 1GB poco più dopo oltre 1 settimana di uptime (ho 3gb totali).
se poi l'utente si installa, instagram, facebook, messenger, snapchat, telegram, whatsapp, google fit (e magari ha attivo anche il tracker del proprio produttore), gmail ecc... queste sono tutte cose che pesano in background.
sul pc paradossalmente non hai tutto questo consumo, perchè le applicazioni le avvii quando vuoi te, su smartphone è sempre tutto attivo anche se non la avvii personalmente.
per questo fanno comodo tanti GB di ram, ma comuqnue sia gia con 2gb il sistema è utilizzabile... e con 1gb va bene per un uso basilare.
ma posso assicurarti che smartphone con 1gb e 1.5gb di ram, con android 7, vanno bene (lo so perchè li ho in casa)

Dea1993

???

Recensione Huawei Mate 20 X: il top in formato gigante e con M-PEN!

Huawei P Smart 2019 disponibile in Italia a 249 euro | Video anteprima

Huawei Nova 4: buco come Honor View 20 ma Wide Angle oltre alla 48MP | Video

Huawei P20 Pro dopo 9 mesi | Riprova