Recensione Huawei P Smart+: modernità alla fascia media

04 Agosto 2018 675

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Tempo fa deliravo sull’idea di uno smartphone populista, un fascia media che faccia fare bella figura e che sia “buono”, nel senso più concreto del termine. Ai tempi, scegliere quel Sony poteva essere un gesto ribelle, qualcosa di inusuale, sia per rivendicare un certo tipo di personalità sia per farlo capire a chi spendeva quattro volte tanto per un iPhone o un Galaxy S9.

Il Huawei P Smart+ al centro di questa recensione è ancora uno smartphone Android di fascia media; come il modello di prima, è ancora assolutamente consigliato. Ma qui la scelta ribelle è scavalcata del più banale senso pratico, e dall’idea di comprare un prodotto che assomigli ad un top di gamma, ma che costi un terzo. Ben venga, poi, tutto il resto. È veloce? Meglio così. Ha uno schermo comodo e una batteria per tutto il giorno? Ottimo! E quelle nuove funzioni tipo lo sblocco con il volto, i selfie con lo sfondo sfocato, e le Emoji 3D? Anche la Radio FM? E allora non c’è altro da dire.

A 299 euro, con disponibilità italiana dall’8 agosto e una promozione che aggiunge uno speaker Bluetooth Huawei con 1€ in più, questo P Smart Plus è un honey pot - un vasetto di miele. Certo, ha qualche limite: niente NFC, quindi niente rari pagamenti al supermercato con lo smartphone; una Wi-Fi n a 2.4 GHz; una porta micro-USB anziché una USB-C; un pannello posteriore che “suona un po’ a vuoto” se gli date un colpetto con le nocche.

Ma sono dettagli, non trovate? Anche perché tutto il resto è affidabile, assemblato bene, moderno. Iniziamo dello schermo, la prima cosa che si nota. Con 6.3 pollici e una “Tacca” attiva per impostazione predefinita, P Smart Plus fa una bella prima impressione. Si stringe bene in mano perché ha una forma allungata, e perché i suoi bordi in alluminio sono sia curvi sia installati nel pannello posteriore senza uno scalino evidente. I pulsanti sono tutti sulla destra, così non si corre il rischio di afferrarlo e schiacciare qualcosa per errore. Il lettore di impronte, a tre centimetri dal bordo superiore, è centrato, incassato e ruvido al tatto: il dito scivola dentro.

Con un gioco di parole si potrebbe dire che anche il vetro posteriore lo fa scivoloso quando avete le mani bagnate, ma questo vale per tutti i telefoni rifiniti così. Piuttosto, meglio non trascinarlo quando è su un piano ruvido, perché le fotocamere posteriori sporgono due millimetri e il telaio che le protegge perde subito la sua vernice nera. A dire il vero, un’isoletta porta fotocamere con cornice argentata anziché nera (dovuta, appunto, all’abrasione) finisce col riprendere il cerchietto del LED Flash e la scritta DUAL LENS che stanno sotto. Niente di voluto, credo.

Lo schermo di Huawei P Smart Plus, dicevo, è un IPS con risoluzione FHD+ (2340 x 1080 pixel). La sua luminosità è regolata (bene) da un sensore installato dove la capsula. Al massimo livello, raggiungo 485 nits e un contrasto di circa 1700:1. Sono ottimi valori per la fascia media. Il livello di nero permette di disabilitare la tacca senza far notare lo stacco tra display e cornice. E, su Calman, ho una copertura sRGB del 99.2%. AdobeRGB si ferma al 79%, bene così. DeltaE grigi e colori sono invece più lontani dalla fedeltà cromatica, ma questo è uno smartphone, non un laptop per il montaggio video. Fornire una calibratura decente, su un pannello luminoso e contrastato, grosso, sempre visibile in esterna e configurabile in molti modi (dalla risoluzione automatica alla tacca, passando per le icone da mostrare nella stessa, per lo stile dei pulsanti di gestione di Android e per l’uso con una sola mano - ne parleremo dopo) è quel che importa davvero.

Il difetto è un altro: lo schermo si oscura quando usate occhiali polarizzati. In verticale, non si vede niente. Vi ho registrato una dimostrazione al minuto 1:30 del video.

Come scrivevo, P Smart Plus non è solo bello da vedere: è anche veloce, longevo e affidabile nelle foto. Huawei ha usato il nuovo SoC Kirin 710, un Octa Core di tipo big-little (4x A73 + 4x A53) con grafica Mali G51 MP4, 4 GB di RAM e una eMMC da 64 GB (circa 50 GB per l’utente) da 120 MB/s in lettura e scrittura. Poi ha installato una batteria da 3340 mAh, quindi grande per la categoria, e quattro fotocamere: due frontali e due posteriori. Il nuovo hardware garantisce tutte le modalità software di ultima generazione racchiuse nel titolo A.I., ovvero “Artificial Intelligence”, Intelligenza artificiale. Qui è difficile capire dove finiscono gli algoritmi e i Big Data, e dove invece inizia il puro marketing, ma sono discorsi di cui non dovremmo parlare adesso.

A voi, basterà sapere che A.I. su P Smart Plus significa sblocco col sorriso, significa modalità Ritratto con effetto bokeh, significa saper riconoscere fino a 22 scene quando si scatta una foto, con il software che, da solo, pensa a regolare i valori più adatti a quello scatto. Per questo l’applicazione fotocamera è piena di opzioni.

Il più delle volte, questa modalità applicata alle foto aumenta il contrasto, attiva l’HDR, satura tutto. Se la scena è all’aperto, se c’è il sole, la spiaggia e un ribes rosso sul vostro yogurt greco, ne viene fuori qualcosa di gradevole. Se invece c’è un palazzo, una statua, un oggetto in penombra, si rischia il pasticcio. Le buone notizie sono due: 1) si può disattivare anche a foto scattata; 2) se guardate queste immagini sullo schermo del telefono, se le dovete solo inviare sui social e se non avete proprio intenzione di scaricarle sul PC per vederle su un monitor fedele, allora smettete di leggere perché non sono discorsi per voi. Huawei P Smart Plus fa foto di media qualità, un po’ pastose al buio, un po’ troppo sature quando lo usate tutto in automatico, sempre, comunque, tendente a bruciare i cieli, i riflessi del sole, i fari delle auto. Gli esperti possono passare in modalità Pro e possono installare applicazioni meglio tarate.

A me sono piaciute le riprese della camera frontale, perché corregge bene la distorsione agli angoli. Anche l’effetto Ritratto, il finto bokeh, rientra nella sufficienza mentre gli effetti di luce più estrosi, e mi riferisco all’illuminazione “Stage”, scontorna sempre male. Buone il livello di dettaglio dopo uno zoom con le dita: uno di comportamenti più scontati dell'utente comune. Guardate la statua, sotto. Huawei P Smart Plus registra video a 1080P fino a 60 fps; si può scegliere tra il codec H.265 e il codec H.264, e si può attivare una “modalità slow-motion” per riprese a 480 fps in 720p - con fuoco fisso e senza audio.

Le prestazioni del SoC 710 sono meritevoli di una citazione, per quanto non sia riuscito a ricavare nessun dato utile dai benchmark. Queste app fanno parte della selezione che non ho potuto installare per colpa del messaggio di errore 501. Si scaricano, parte il setup, ma non si va oltre. Cancellare la cache del Play Services, così come togliere gli ultimi aggiornamenti, non è stato utile. Per provare il passo successivo avrei dovuto cancellare l’account Google, magari fare un reset: un pessimo suggerimento per chi ha poco tempo, ma anche una procedura noiosa per chi non è pratico e si aspetta, soprattutto, uno smartphone che funzioni dal primo avvio. Non ho trovato altri riscontri in rete quindi potrebbe essere un difetto del mio esemplare. In fin dei conti, scrivo mentre il telefono non è ancora uscito ed è molto probabile che un aggiornamento software corregga bug come questo lo stesso giorno del lancio.

Una nota su GPU Turbo: c’è tutto un parlare di questa nuova soluzione software di Huawei. Da poco l’azienda ha lanciato anche una simile “CPU Turbo”. Ottimizza l’accesso alla scheda grafica facendo da ponte tra l’app e l’hardware, funzionando come una sorta di strato intermedio attento a regolare nel modo corretto certe istruzioni software. Dalle prime dimostrazioni sembra migliorare il framerate dei giochi, ma non è ancora attiva su Huawei P Smart Plus ed è per questo che non ne ho parlato. Non c’è traccia di GPU Turbo nelle voci di Android, non ci sono riferimenti certi (ad esclusione di quelli generici, di marketing) nelle schede tecniche ufficiali. Dovrebbe uscire a settembre quindi ci torneremo.


Fatto sta che si può vivere anche senza software di benchmark installati. La EMUI 8.2 abbinata ad Android Oreo 8.1 installata su Huawei P Smart Plus ha diverse opzioni per personalizzare l’esperienza utente: la Tacca/Notch e i pulsanti di Android in basso sono i più utili. Attivare o meno la Tacca (in maiuscolo, perché è così che la chiama Huawei) significa dedicare più o meno spazio alle icone delle notifiche ed avere, quindi, più o meno spazio sullo schermo. Il menù Impostazioni fa ottimizzare il numero delle icone predefinite da mostrare (cose come la velocità di rete, il nome dell’operatore, la percentuale della batteria) così che ci sia sempre un po’ di spazio libero per le notifiche delle applicazioni. Ma chi usa due SIM avrà dovrà comunque rinunciare a qualcosa - che poi, in breve, significa far scendere la tendina anziché per leggere quelle notifiche che non hanno spazio per la barra in alto.

Io tengo la Tacca: preferisco dedicare quei pixel di schermo in più alle applicazioni, e non voglio vedere quel cornicione in alto della modalità “senza notch”. Per far scendere la tendina, ho aggiunto un pulsante ai tre di Android, e mi è comodo anche quando uso lo smartphone con una sola mano. Non uso il Dual SIM, quindi posso lasciare la percentuale della batteria fuori dalla sua icona - dentro, a mio parere, è davvero brutta.


La EMUI 8.2 ha utilità pensate per utenti di tutti i tipi. Il Filtro Molestie, ad esempio, ma anche il Phone Clone, la tastiera Swiftkey, la funzionalità per avere due versioni della stessa app (tanti la usano su WhatApp e Facebook, ma anche su Netflix o Amazon può essere una buona idea), l’area protetta per i file più importanti (che, comunque, non dovrebbero stare su uno smartphone) e la modalità semplificata per bambini o anziani. Un bel pacchetto software, con giusto due o tre apps da cancellare, che trovo di valore per la tipologia di utenti interessata ad un telefono così. Gente magari poco esperta, senza l’esperienza per aggiungere funzionalità di sistema da Play Store, che qui trova tutto pronto e integrato.

Magari consiglio a queste persone di chiudere le apps in background di tanto in tanto, così come di non aprire un nuovo tab ogni volta che si visita un sito (a chi non è capitato di trovare lo smartphone di un genitore con 100 tab aperti su Chrome?), e di tenere la suoneria su un volume che non dia fastidio ad esseri umani ed animali - sempre e comunque.

A proposito: il volume massimo è solo sufficiente. Huawei P Smart Plus ha un solo altoparlante in basso, perché la capsula non viene usata per il multimedia o per il vivavoce. Il livello è adeguato al 90% dei casi, ma non dovrebbe essere necessario tenerlo sempre al limite. Ascoltate la chiamata in vivavoce ripresa nel video; a volume massimo io mi aspetto qualcosa che dia fastidio. Bene, invece, la capsula e la pulizia della voce durante le chiamate o i messaggi (ci sono due microfoni, sopra e sotto).

Alla fine, comunque, quel che convince del pacchetto hardware e software è l’autonomia. Huawei P Smart Plus vi porta sempre a sera, anche a due giorni se lo usate poco. Vi può restare un 30% di carica residua così come un 10% se giocate, scrivete, usate app succhia risorse come quelle per la realtà aumentata, ma io credo che un 20% di batteria alle 23 sia una stima credibile per molti di voi.

Huawei P Smart Plus: ricarica della batteria con alimentatore di serie.

Su Netflix a schermo intero, in Wi-Fi e con luminosità automatica, scarico un 8% l’ora e arrivo, quindi, ad ipotetiche 12.5 ore di riproduzione continua (e di schermo acceso). Pressappoco ho registrato lo stesso consumo il giorno in cui ho fatto video, foto e prima configurazione di Android (download di app in 4G compreso): avevo l’84% di carica alle 14, e sono arrivato alle 23 con il 18%; il tutto con oltre il 50% di schermo e l’uso forzato che ho descritto. Significa una scarica del 66% in 9 ore, con quasi 5 ore di schermo. Niente male per un 6.3 pollici. Il draining di una notte è del -2%: dalle 23 alle 6 del mattino. La ricarica richiede circa 3 ore e mezza con l’alimentatore in confezione; la ricarica rapida dovrebbe ridurre l’attesa di circa 90 minuti, ma vi serve un cavo adatto e un alimentatore certificato.

Considerazioni finali

Huawei P Smart+ è consigliato. Certi limiti hardware sono dettagli secondari che non smontano la qualità del resto. Semplicemente, funziona: ha uno schermo luminoso gestito in modo affidabile, ha un processore moderno con memorie veloci, è Dual Sim, è completo di Radio FM e jack cuffia, ha quattro fotocamere con tante opzioni e un’interfaccia utente abbinata alle funzionalità più richieste. Inoltre, la sua batteria vi porta a sera anche dopo una giornata lavorativa da dimenticare (o da ricordare, dipende). Il compromesso più influente nel medio periodo è la mancanza del modulo NFC, perché limita le apps di pagamento contactless compatibili. È uno dei pochi prodotti da prendere anche al prezzo di listino, senza aspettare che le offerte online facciano il resto.

Huawei P Smart+: pro e contro

Schermo luminoso, calibrato, d'impatto.Costruzione in alluminio e policarbonato: fa la sua figura.Processore Kirin 710 con tutte le funzioni più moderne: sblocco con il volto, I.A., GPU Turbo, modalità Ritratto.Autonomia per tutta la giornata, sempre e comunque.Prezzo di listino buono al lancio, e confezione con accessori e custodia.EMUI 8.2 su Android Oreo 8.1: personalizzazione e sicurezza.
Wi-Fi n Single Band.Niente NFC.Non si vede con lenti polarizzate.

Più notizie

675

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Antonio Perrucci

Grazie mille

Riccardo Galli

Purtroppo è vero, non è scritto da nessuna parte. ho cercato informazioni anche per il Nova 3i (il suo gemello) ma non ho trovato nulla. Ti dirò di più, sia le recensioni che la scheda tecnica parla di scocca posteriore in vetro, ma dandogli colpetti con le dita, dal rumore non sembrerebbe vetro. Ti posso però dire che il trattamento oleofobico sia dello schermo che del posteriore è ottimo,

Antonio Perrucci

Ciao Riccardo, sai dirmi che tipo di vetro è sul display? Non ho trovato da nessuna parte se è gorilla glass o cosa..

Riccardo Galli

Non capisco perché questo telefono venga straccionato da tutti! Ce l'ho dal day one, e mi sto trovando molto bene. Schermo molto bello, batteria che dura anche 2gg e design da top ti gamma. Per ora mia avuto un impuntamento o un crash.
La fotocamera scatta anche in RAW e con piccoli accorgimenti fa foto molto belle.
La Micro usb da fastidio anche a me ma più che altro per dover guardare il verso dello spinotto ogni volta. Il wifi a 5.7Ghz? fino a ieri per molti il wifi era il wifi e basta, penso che la maggior parte di chi compra questo smartphone non sa nemmeno di cosa si stia parlando. idem il chip NFC....in quanti lo usate?

Darkat

Beh insomma, non credo che si possono paragonare direttamente i tagli di memoria, se mi proponi un Moto G5 Plus con 512GB per me comunque resta un acquisto poco sensato, ma ognuno la pensa come vuole. Trovo un S9 Plus a 64GB (che comunque è espandibile) un'alternativa migliore al P20 Pro da 128

Darkat

Nono il senso del mio commento era proprio quello, questo è uno tra tutti i modelli senza mercato che sta proprio proponendo huawei

skorpius92

Ho.

Luca Colella

secondo voi e meglio il red mi note 5 ho il a2 lite??? o sto psmart+?

Luca Colella

secondo voi e meglio il red mi note 5 ho il a2 lite???

Alessio B.
Slade

Si, il display dello zenfone è bellissimo! Frontalmente è più bello zenfone, sul retro invece l'honor. Zenfone ha memoria espandibile e fotocamera grandangolare, honor processore migliore. Honor si trova già sui 360, mentre lo zenfone non solo è difficile da reperire perché si trova in pochi negozi (neanche amazon), ma non accenna a scendere di prezzo o andare in offerta.
Quindi tu quale mi consiglieresti?

Alessio B.
Slade

Ok, quindi a tuo parere dovrei prendere honor 10 perché ha un processore migliore? Il problema è che honor non ha la memoria espandibile, cosa che lo zenfone 5 ha, e lo zenfone inoltre ha la fotocamera panoramica...
P.S. il 5z costa troppo, sto cercando il migliore telefono sotto i 400/350€

Luca

volevo uno smartphone quasi borderless e ha poca ram. Oltretutto sarò strano ma sono abituato alla EMUI e quindi non mi dispiace come software, gira bene e ha già tutto quello che serve senza installare tanti software aggiuntivi o fare root (avevo un nexus 5 prima dell'honor 7 ed ero stanco dell'android stock).

Alessio B.

Potevi prendere un redmi note 5 a 200€, risparmiavi 100€ ed era molto più completo

Luca

L'ho ricevuto ieri (comprato in preordine su amazon) e devo dire che non mi trovo affatto male. Provengo da Honor 7 ed il balzo in avanti è notevole a livello di fluidità di sistema. Io non gioco, lo uso x social, navigazione, messaggi, etc... ma tutti questi difetti non li vedo, per 299 ero indeciso su questo o p20 lite e devo dire che per ora mi trovo molto bene. unico difetto: è molto scivolosa la superficie posteriore, sto aspettando una cover che mi arriverà a fine mese e quindi devo solo stare un pò attento a maneggiarlo.

Alessio B.

Beh no, dall'845 al 636 le differenze ci sono, certo se usi il telefono solo per i social e navigare basta e avanza il 636. Ma nelle operazioni pesanti come giochi o velocità delle applicazioni la differenza si vede

Zeronegativo

Mi sarò rivisto il video 3 volte solo per sentire Riccardo dire "DATE FASTIDIO ALLA GENTE"
Lo farei passare in TV a rete unificate questo messaggio.

Slade

Ma a livello di processore si notano ancora differenze cosi grandi? A me sembra tutto marketing ormai

Alessio B.

Huawei è uno dei sponsor principali e non possono essere eccessivamente cattivi diciamo così, se questo telefono fosse stato xiaomi sarebbe stato stroncato senza problemi. Beh lo sd636 è un ottimo processore lato consumi ma come potenza bruta vince il Kirin di h10, per questo se dovessi fare uno zenfone farei il 5z tutto qua

Slade

Perché dici che non possono parlarne male?
Perché zenfone 5z e non zenfone5? Penso che quello più equivalente all'honor 10 sia lo zenfone 5

al404

Da quando sarà in vendita nei negozi?

Alessio B.

È un basso gamma niente di più niente di meno.. non possono parlarne male è diverso. Allora Honor 10 fa tutto benissimo e si trova ad un prezzo più che onesto, lo zenfone devi prendere in considerazione il 5Z, cioè il top con hardware al top (snapdragon 845 e foto migliori rispetto al base). Cadi bene con entrambi

Slade

Mi stai dicendo che questo telefono è spazzatura? Alla fine mi sembra che la recensione non ne parli così male...
Invece tra honor 10 e zenfone 5 quindi?

FedEx

Con quel "maestosità" hai svelato il tuo trollare. Peccato, ci stavo quasi credendo

Dark!tetto

Stai divagando inutilmente, nella stessa posizione c'è solo Apple ? Ovviamente è assolutamente da condannare, ma ciò non toglie merito alle persone che ci hanno messo del suo per portare l'azienda così in alto. Anche Amazon elude le tasse, google, facebook e non mi pare che siano riusciti al momento a raggiungere tale traguardo. Ovviamente non lo avrebbe mai raggiunto lecitamente se è queto che intendi, ma ridimensionando il tutto con la regolarizzazione delle imposte, oggi parleremo della prima azienda ad aver raggiunto i 500 milliardi con gli altri fermi a 3/400 milliardi. Non sto qui a giustificare Apple (non sono assolutamente fan e se leggi i miei commenti lo vedi.) , ma Apple non è solo la dirigenza che si mette i soldi in tasca.

Antonio

quindi secondo te è sotto processo per sbaglio

al404

Ho guardato qualche recensione ma il note 5 non plus lo scarto per la risoluzione dello schermo
Per quanto riguarda il plus, ho visto in un confronto di tutto Android che va sbloccato il boot loader? Ora esiste import ufficiale? Quelli su Amazon sono import?

Hachiko

"Io so i prezzi di acquisto non al pubblico dei prodotti e si salvo rare eccezzioni i negozi online evadono tutti le tasse."
Interessante... Quali sono le eccezzioni? Io per motivi di praticità comprei online abitando in in paesino... Qui non posso comprare portatili, schede video etc

Ramona

Per Quanto tempo ancora avete intenzione di tenere in evidenza questo messaggio promozionale a Huawei ?

Marco P.

Il Moto G5 di un mio amico è fermo alla 7.0 con patch di Gennaio. Fine, stop.
Zero major update.

Emiliano Frangella

Un p20pro con batteria 4.000mha e Storage da 128, fotocamera ecc, va paragonato ad un s9plus 128...che costa oltre le 680....

al404

se i moto non si aggiornano un po' mi sa che non ne venderanno molti, son sempre gli stessi da anni

KiTo

Se è global e spedito da amazon sei apposto.

al404

Sai dirmi se acquistandolo online, probabilmente Amazon, bisogna stare attenti a qualcosa affinché sia coperto da Xiaomi Italia e monti la ROM ufficiale italiana?

al404

l'ho visto da Unieuro e sembra molto fluido, forse dell'Honor 10

Dark!tetto

Scusa non avevo capito che sei un analfabeta funzionale e non riesci a mettere insieme i discorsi, ma devi decontestualizzare singole parti.

Il Psmart non lo trovi oggi nemmeno su amazon perchè esce domani.

Quando uscirà nel giro di pochi giorni costerà almeno 100€ in meno.

Io so i prezzi di acquisto non al pubblico dei prodotti e si salvo rare eccezzioni i negozi online evadono tutti le tasse.

Tu compri dove ti pare e piace, ma perpetuare questa metodo di vendita solo perchè qualche bimbom1nch1a non può rinunciare ad uno smartphone che di norma non potrebbe permetterselo non migliorerà mai la situazione. Ci lamentiamo dei 5 milliardi per l'immigrazione, ma pur di avere uno smartphone in tasca ignoriamo totalmente i 130 milliardi di evasione. Quindi si per quel che mi riguarda dovresti comprare con la sicurezza di non alimentare pratiche illegali, ma siamo in un paese libero e siamo fortunati che non c'è il reato di complicità d'evasione.

Hachiko

"non i negozi online che evadono le imposte" Quindi devo comprare solo in negozio fisico?

Giardiniere Willy

Nel senso che per te IN PARTICOLARE QUESTO Huawei è totalmente fuori mercato.

Secondo me invece, questo è l'unico più decente (perché gli altri sono peggio)

Darkat

Ho detto praticamente la stessa cosa, non so su cosa non sei d'accordo lol

Darkat

Con la concorrenza della fascia premium ormai sotto i 600 è una fascia media 200/300 che soddisfa la gran parte della popolazione e sta facendo diminuire le vendite di tutta la fascia premium Apple inclusa? Direi di no

Dark!tetto

Se a uno serve un telefono ora il Psmart è da escludere a priori visto che non c'è ancora, è proprio questo quello che dico, ma continuate a non capire...

Dark!tetto

Lo so, e si vedono tutti i limiti, ma al momento non sento la necessità di una macchina con OSX più potente, ormai è collegato ad una TV 55" come media center e va più che bene.

Dark!tetto

Magari questo lo valutiamo all'uscita ;)

Dark!tetto

Io non mi arrampico su nulla, ti sto semplicemente dicendo che un confronto non è possibile oltre che inutile, ma insisti e forse non sai leggere. Questo ancora non c'è sul mercato, appena arriva avrà anche questo uno streetprice (è evidente che non sai cosa in realtà è) nettamente inferiore a quello di listino. Quindi il tuo discorso è totatalmente inutile, in primis perchè anche volendo lo puoi al massimo preordinare visto che esce domani, e poi perchè dal momento che arrivano le prime unità avrà anche lui uno "streetprice", quindi avremo questo intorno alle 250 e A8 intorno alle 350 (ad essere buoni) di dubbia provenineza. Il problema è sempre quello, non capite che un confronto si fa a parità di condizioni, non di 2 prodotti così, uno uscito prima che ora ha subito un calo e si avvicina al prezzo di lancio (ancora non avvenuto) dell'altro che sarà comunque minimo del 20% più basso. Che senso ha ? Solo per una tua curiosità visto che dopo 2 giorni diventa inutile per la differenza minimo del 40% ad essere buoni.

Giorgio Romano

E poi ci stanno smartphone come Moto Z2 Play che oggi costano 205 euro, che girano 10 volte meglio che non considera nessuno.........

Dark!tetto

Amazon acquista da terzi, Amazon vende d'importazione, amazon ha una rete unificata di vendita che comprende prodotti della stessa area geografica. Io so bene come funzionano certe cose visto che forniamo anche Amazon per lavoro (fornitori veri non marketplace). Tu invece che sei il genio ti ho detto che dovresti farlo a pari condizioni, li trovi entrambi su amazon i prodotti ? E secondo te una volta arrivato manterrà il prezzo di listino su anche su amazon ?

Lupo1

A 410 mate 10 pro

Lupo1

Ma dai retta a max ahahah

Dark!tetto

Si chiama elusione, ma tu sei figo e a te non interessa, che gli hai dato un nome sbagliato con delle cifre sbagliate. Sei anche così figo da pensare che basta questo (che tra l'altro pratica comune tra tutte le aziende di spessore) ma non sei ancora riuscito a creare il tuo impero. Capiamoci è sbagliata l'elusione fiscale, ed è assolutamente da condannare, ma è da ignoranti attribuire il successo di Apple a questo.

Huawei P20: come scatta le foto e gira i video | Focus

Huawei P20 Pro è quasi perfetto | Recensione

Huawei P20 Pro: LIVE batteria (4.000 mAh) | Fine alle 23:18

Huawei P20 e P20 Pro ufficiali: prezzo, specifiche e anteprima Video