Huawei si classifica al quarto posto in Europa per le richieste di brevetti

09 Marzo 2016 5

Huawei ha emesso da poco un nuovo comunicato stampa dove si annuncia un nuovo traguardo, con l'azienda che ancora una volta si posiziona al quarto posto in Europa nella classifica delle richieste di brevetti. Mantiene la posizione per il secondo anno di fila, alle spalle di Philips, Samsung e LG, mostrando ancora un volta l'interesse verso i grandi investimenti in Europa.

Tutti i dettagli , nel comunicato stampa ufficiale che vi proponiamo a seguire.

Bruxelles, 09 marzo 2016: Huawei è al quarto posto nella classifica delle richieste di brevetti dell’European Patent Office (EPO), come rivelato dal report pubblicato dall’EPO. L’azienda ha depositato un totale di 1.953 richieste nel 2015 e, per il secondo anno di fila, è rimasta in cima alla classifica in ambito digital communicationcon 1.197 richieste.

Nella classifica generale, che vede ai primi tre posti Philips, Samsung e LG, Huawei si posiziona quarta davanti Siemens e United Technologies mentre, nel settore digital communication si ritrova ancora una volta al primo posto, davanti a Ericsson e Qualcomm.

“I risultati evidenziano il nostro grande impegno nella difesa della proprietà intellettuale quale driver di innovazione, con un forte focus sull’Europa, terreno fertile per grandi investimenti” - ha commentato Georg Kreuz, Chief IP Counsel di Huawei. “Il mondo del business in Europa è pronto a diventare completamente digitalizzato e Huawei è entusiasta di dare il proprio contributo a questo processo di innovazione. Proteggere la proprietà intellettuale in questo campo è di primaria importanza e, come conseguenza naturale, il numero di richieste per brevetti in Europa è aumentato”.

In un mercato sempre più globalizzato, i brevetti sono importanti driver di innovazione e crescita. Attraverso la tutela dei diritti di proprietà intellettuale si incoraggiano investimenti significativi in ricerca e sviluppo. Per essere in grado di realizzare brevetti innovativi per l’industria, Huawei investe ogni anno più del 10% del proprio fatturato in R&D. Le sue attività di ricerca in Europa, con più di 1.900 ingegneri e consulenti altamente qualificati attualmente impiegati, sono fondamentali nella sua strategia. La rete europea di centri R&D Huawei, con a capo lo European Research Institute (ERI) di Leuven, in Belgio, incoraggia la ricerca e la collaborazione con i partner europei.

L’EPO si sta muovendo nella stessa direzione assicurandosi che gli sforzi di investimento in innovazione e proprietà intellettuale (IP) offrano un ritorno importante. E’ il primo dei cinque più grandi uffici IP al mondo a realizzare un processo lineare di certificazione e di brevetti, dalla bozza iniziale all’approvazione finale. L’ufficio ha anche fatto progressi decisivi verso l’unitary patent. “L’EPO ha lavorato duramente per assicurare che il 2016 possa essere l’anno del primo brevetto unitario,” ha sottolineato il Presidente dell’EPO, Benoît Battistelli. “A dicembre abbiamo finalizzato tutto il lavoro preparatorio necessario. Grazie all’adozione del nuovo regolamento lo scorso dicembre, ora EPO è legalmente e tecnicamente pronto a fornire il nuovo brevetto unitario.”

Il report annuale EPO indica che le richieste di brevetti sono aumentate ancora nel 2015 raggiungendo le 160.000 unità, con una crescita del 4,8 % rispetto al 2014, la quota più alta mai raggiunta. Le richieste di brevetti in Europa sono cresciute dell’1,6 % nel 2015, raggiungendo un nuovo picco di circa 279.000 unità.

Lo smartphone Samsung più desiderato? Samsung Galaxy S6, in offerta oggi da Stockisti a 379 euro oppure da Media World a 449 euro.

5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
.v.v.v.

Il problema è la RAM... Non n so quanta ne abbia il gflex2 ma se ne ha 3 non aspettare. Imho

riccardik

ma sai, per molta gente l'innovazione si limita ad ui e design

Fabio

Sono cinesi punto (inteso che me proprietà e gestione aziendale).

Luca_L620,MT7,S6

Brevetti? Ma non copiava tutto da aifon?

krat86

Sta facendo ottime mosse per crescere in Europa. Ho visto persone che nell'arco di un anno hanno cambiato pareri su Huawei (io ero estimatore e possessore di un p1) pubblicità? Non solo... Il p8 e p8 lite hanno venduto tanto.
Curioso di vedere il p9 lite... Ma potrebbe veramente montate uno snap 650? E non un kirin di fascia media ?
Mannaggia vorrei saperlo proprio... Rinunciare al g flex 2 a 200 o aspettare il p9 lite con snap 650 a 299 che calerà subito a 250/270?

Huawei P9 Plus: la nostra recensione

Huawei P9 Plus #inprova | Cosa mi aspetto

Galaxy S7 vs HTC 10 vs LG G5 vs Huawei P9: la "sfida" tra top di HDBlog.it

Huawei P9: proviamo la fotocamera in giro per Londra | HDblog